×

Ateneo

Messaggio al Prof. Thomas F. Kelly in occasione del convegno «Ambrosiana at Harvard»

Domingo, 14 de Octubre de 2007

[pdf]

Chiarissimo Professore,
Alla fine dell’anno 2004, la Houghton Library acquisiva due importanti manoscritti ambrosiani, da lungo tempo ritenuti deperditi. Si trattava dei cosiddetti codici «Bianchi-Grassi», per molti anni conosciuti solo attraverso una riproduzione fotografica realizzata nel 1929, e ancor oggi conservata presso l'archivio-biblioteca del Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra in Milano.
Naturalmente non potè passare inosservato un simile evento, che è all'origine del presente incontro di studio, opportunamente organizzato dalla Harvard University per i giorni 18-20 ottobre p.v., e principalmente dedicato alla comprensione di tali importanti e «nuove» testimonianze manoscritte, che si collocano accanto al già noto ms. Houghton Typ. 299.
Nel corso del Convegno, esse verranno analizzate dal punto di vista liturgico-musicale, paleografico e musicologico, sebbene – secondo il programma dei lavori – i lavori intendano affrontare la tematica «ambrosiana» nella sua globalità. Le relazioni annunciate appaiono infatti dedicate al tema delle fonti, della notazione, dei formulari celebrativi e delle forme liturgicomusicali, affidate non solo ad esperti di chiara fama, ma anche a giovani studiosi ben preparati, dei quali certamente sarà possibile apprezzare il significativo contributo di studio.
È opportuno osservare come la manifestazione promossa dalla Harvard University cada in una stagione contrassegnata da una insistente attenzione non solo ecclesiale per il rito ambrosiano in tutte le sue espressioni: segno che è tempo per dar vita ad una rigorosa ripresa di studi e ricerche in un campo di indagine veramente sconfinato.
Da parte sua, il Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra, che dal 1941 la Sede Apostolica ha deputato allo studio, alla tutela e alla promozione del rito e del canto ambrosiani è attualmente impegnato nello studio del testo del Salterio ambrosiano e dell'Exsultet pasquale, come pure in una campagna di digitalizzazione e di indicizzazione delle fonti manoscritte ambrosiane.
In occasione delle giornate «Ambrosiana at Harvard», siamo pertanto lieti di far giungere la nostra voce in una così autorevole sede di studio e di confronto: plaudiamo e seguiamo con interesse e con simpatia una iniziativa, di cui fin d’ora attendiamo di leggere i frutti maturi negli Atti.
Con grata memoria degli incontri avvenuti nello scorso mese di luglio con Lei personalmente e con alcuni dei Suoi ottimi studenti, auspichiamo inoltre lo sviluppo di più profonde relazioni di amicizia e di collaborazione tra il nostro Istituto e la Harvard University.
Rinnovando l’espressione della nostra stima, Ci è gradita l’occasione per esprimere a Lei, Ch.mo Professore, il nostro più cordiale augurio per un proficuo e sereno svolgimento dei lavori, che La preghiamo di voler trasmettere al Magnifico Rettore, Prof. Drew G. Faust, al decano della Facoltà di Arti e Scienze, Prof. Michael D. Smith, e al Direttore del Dipartimento di Musica, Prof. Ingrid Monson, agli illustri colleghi e a tutti coloro che prenderanno parte alle sedute.

Mons. Prof. Dr. GianLuigi Rusconi
Preside


Giordano Monzio Compagnoni
Segretario Generale