×

Ateneo

Traduzione in quattro lingue delle letture domenicali e festive per la messa in rito ambrosiano

Domingo, 25 de Noviembre de 2007

[pdf]

L'anno liturgico 2007/2008 si è silenziosamente aperto con una novità: sul sito internet del PIAMS sono disponibili in quattro lingue (inglese, francese, tedesco e spagnolo) i testi delle letture domenicali e festive per il rito ambrosiano.

Le letture sono tratte dalle versioni ufficialmente approvate per l'uso liturgico dagli organismi competenti per le rispettive lingue: i naturali destinatari dell'iniziativa sono le realtà pastorali ambrosiane che hanno a che fare con stranieri: i servizi per la Pastorale dei migranti, le Cappellanie etniche, le chiese che erogano servizi religiosi in lingua straniera, i Punti d'incontro religioso degli aeroporti e delle stazioni ferroviarie, ma anche Santuari, Istituzioni culturali, Case di cura, Istituti di detenzione, e in generale tutti gli enti e i servizi che hanno relazioni con pellegrini, visitatori e turisti esteri.

Curati dallo staff del PIAMS, i sussidi sono liberamente scaricabili, previa registrazione, nella sezione Liturgia ambrosiana, alla pagina Letture della Messa: nella prima settimana di test sono stati contati 200 utilizzatori, 75 dei quali hanno prelevato dal sito i documenti offerti.

Attualmente sono disponibili le letture delle prime tre domeniche di Avvento; a breve quelle delle solennità di S. Ambrogio e dell'Immacolata Concezione, e delle rimanenti tre domeniche di Avvento. Seguiranno gradualmente i sussidi relativi a tutte le domeniche dell'anno liturgico.

L'iniziativa, di natura esclusivamente pastorali, rappresenta l'unica iniziativa del genere dedicata al rito ambrosiano, e si affianca a rare iniziative analoghe internazionali del genere. Essa si inquadra negli scopi istituzionali del PIAMS: l'attenzione scientifica e pastorale per il rito ambrosiano, che si affiancano alle finalità di indagine scientifica, promozione e tutela del canto ambrosiano, di studio circa il rapporto musica-liturgia, e di formazione dei musicisti.

Nel messaggio inviato per il 75° anniversario di fondazione dell'Istituto, facendo riferimento alla «nuova primavera per il cammino di riforma del Rito ambrosiano» il Gran cancelliere, il card. Tettamanzi, aveva richiesto al PIAMS un «contributo del tutto singolare e prezioso». Quello che mons. Luigi Manganini – Vicario episcopale per l'Evangelizzazione e i Sacramenti e delegato del Gran cancelliere – aveva esplicitamente descritto come «contributi di studio dal punto di vista teologico, storico e pastorale, come previsto dalla costituzione conciliare sulla liturgia», auspicando: «l’Istituto di Musica Sacra non vorrà far mancare a quest’opera il proprio apporto derivante dalla ricerca, elemento peraltro qualificante della sua identità e della sua storia».

Nel quadro dell'attività di promozione del rito e del canto ambrosiani si collocano anche la traduzione quadrilingue dell'Ordinario della Messa e della Liturgia delle ore secondo il rito ambrosiano.

Maggiori informazioni